sabato 3 settembre 2016

Le tragicomiche vicende del Comune di Roma


Due Gramellini di seguito, lo so, sono un po' troppi. Ma anche questo mi è piaciuto e lo trovo vicino alla realtà delle cose: se ne vedono talmente tante, a Roma con questa Raggi, che tre mesi dopo le elezioni non sono ancora riusciti a partire e chissà come finirà. Ogni tanto penso a Grillo, stava così bene a fare il comico... adesso è lì in un mondo più grosso di lui, e non sa da che parte cominciare. Comodo criticare da fuori, bisogna provare. 
E poi, anche la Lorenzin... imbarazzante. 
Vi ammollo dunque questo "complotto" per il weekend e buona festa del Prajet a tutti (anche a Mauro Novo con i suoi piatti nuovi vinti al Banco di beneficenza) 
MV

Massimo Gramellini, dal "Buongiorno" de La Stampa.


Era una notte buia e tempestosa quando Matteo Renzi convocò a Palazzo Chigi entrambi i suoi amici del cuore, Matteo e Renzi. «Ascoltate ragazzi», esordì nella distrazione generale. «C’è un solo modo per disintegrare Grillo e vincere in carrozza le elezioni del 2018. Fargli governare Roma». «Ma il sindaco in carica è del nostro partito», obiettarono i suoi amici. «E come pensi di convincere i romani a votare per dei parolai che non saprebbero amministrare un condominio sfitto?». «Semplice», ghignò il premier. E passò a esporre il suo piano machiavellico. «Per prima cosa metterò Orfini a capo del Pd di Roma: una garanzia di insuccesso. Poi gli ordinerò di cacciare Marino con una scusa ridicola. Così si andrà a nuove elezioni, alle quali il Pd presenterà uno che non abbia la minima possibilità di vincerle». «Orfini?». «Non esageriamo. Giachetti basta e avanza. A quel punto non ci resterà che agevolare la vittoria di una Cinquestelle meno seria di Chiara Appendino. Che ne dite della fantasmatica Raggi? Vedrete che dopo un paio di mesi le poche persone capaci che si sarà messa intorno scapperanno a gambe levate, lasciandola in balia dei fanfaroni». 

Non c’è che dire, il piano ha funzionato. Però neanche l’astutissimo Renzi poteva prevedere che proprio negli stessi giorni la sua ministra Lorenzin avrebbe scatenato una campagna pubblicitaria per ricordare alle donne quanto sia preferibile fare figli da giovani - avendo, si presume, un fidanzato e uno stipendio fissi - piuttosto che rimanere sterili e precarie a vita. Assaggiati i grillini e le lorenzin, l’elettore medio si starebbe ora orientando verso forme di vita più evolute, tipo i Pokémon e Donald Trump. 



7 commenti:

Copper and coppermind ha detto...

La più grande fortuna di renzi è di avere come alternativa i grillini.
Se ci fosse come alternativa uno qualsiasi con un minimo di credibilità, il pd renziano sarebbe al 5%.

MAURO AT LARGE ha detto...

Grazie cara, un gran colpo di fortuna a quel banco, l'anno scorso avevo vinto un pentolino e tazze da caffe',,, e dire che non tiro quasi mai ai vari banchi....

Anonimo ha detto...

Eh sì.. questo è proprio il Blog giusto per parlare di Giunte... Le EX amministrazioni di MV sono un vero esempio per tutti i comuni italiani, vengono persino dall'estero per imparare. Quello che però gli stranieri non capiscono è come mai la famosa casa di vetro del programma elettorala sia poi stata costruita con le finestre a tenuta stagna .. ma noi lo sappiamo perchè a Crescentino le finestre vanno tenute chiuse....
Carolina

MV ha detto...

Eh caro Carolina... fanno bene a venire ad imparare. Poche giunte hanno fatto tanto come noi, e questo le rode eh))) In mezzo certo a mille tempeste, ma anche con collaboratori meravigliosi (e altri un po' meno). Fare il sindaco ai nostri tempi significa uno slalom continuo fra difficoltà di tutti i tipi. Sa quelli del Far West che facevano ballare mirando ai piedi con la pistola???

Anonimo ha detto...

In quanto a forme di vita evolute l'elettore crescentinese ha già dato... molto meglio i Pokemon del Chicobum.
Iocantoetu?

MV ha detto...

Lei sarà uno di quelli che - potendo entrare gratis a concerti mai visti prima né che saranno mai più visti a Crescentino - ha imprestato come residente la sua carta di identità a chi arrivava da fuori, contribuendo all'onestà locale e ai problemi economici della manifestazione. Con gente come lei andrebbero in malora anche gli U2.

Anonimo ha detto...

Veramente quei cantanti li ho visti PAGANDO quando ancora non avevano i nipotini da accudire....
In quanto agli U2 .. eh, mi spiace per il suo amico Bono, vero, per me avrebbe dovuto cercarsi un altro lavoro. Non tutti i gusti sono alla menta, no?
Iopagoetu?