lunedì 22 maggio 2017

Se i politici imparassero da Enrico Mentana


Le notizie muoiono in fretta, ma la sostanza rimane. Quello che leggerete qui sotto, è lo sfogo di Enrico Mentana, secondo me il più bravo direttore di TG degli ultimi vent'anni, e infatti uno che usa la prudenza con prudenza, e dice pane al pane. Un atteggiamento che non è per esempio da politici, ma spesso neanche da direttori di Tg.
Qui sotto, sulla sua pagina Facebook, Mentana sfoga la propria amarezza nei confronti di tutti quelli che hanno criticato ("al veleno", dice lui) sui social la manifestazione di Milano dei giorni scorsi per l'accoglienza dei migranti: e risponde per le rime, accusando di ignavia e di indifferenza civica i numerosi critici della giornata: i cui concetti vengono spesso espressi anche sui nostri blog cittadini. 




Dal Facebook di Enrico Mentana
Sui social tanto tanto livore per chi manifesta a Milano oggi. 
Si può non essere d'accordo in nulla con le ragioni di chi marcia, ma perché tutto questo veleno? 
Perché un odio così forte verso l'idea di accoglienza? 
Perché tutte quelle litanie sul sostegno che invece non si darebbe agli italiani poveri?

Chi non lo darebbe, l'Unicef? Emergency? La Caritas? O invece, molto più probabilmente, una buona parte degli stessi autori dei commenti? 
Vi rode forse che tutto questo avvenga nella città che è stata sempre l'emblema dell'accoglienza, negli anni delle migrazioni dal sud, che tuttora accoglie più di tutti, e ciò nonostante produce occupazione e sviluppo? Vi piacerebbe che le cose andassero male, che la festa si trasformasse in qualcos'altro. 
Non avete mai mosso un dito contro mafiosi e camorristi, contro gli evasori e i corrotti, sbraitate solo quando acciuffano un politico ladro, purché della parte opposta alla vostra, avete fatto il tifo per la banda di Romanzo Criminale e i Savastano di Gomorra, parcheggiate in seconda fila e ve ne fregate della differenziata, e però per voi la vergogna sono quei manifestanti di Milano. Non concepite che uno possa aiutare chi ha bisogno, 
 infatti diffondete la calunnia che le Ong siano spinte dal lucro e dal malaffare. 
Mi sono chiesto per tanto tempo come sia stato possibile che da noi, 80 anni fa, le leggi razziali siano state varate e attuate senza nessuna reazione popolare. 
Ma come, noi, gli "italiani brava gente", restammo zitti, e anzi partecipammo con zelo alla loro applicazione, alcuni fino alle estreme conseguenze?
Grazie a voi, al cinismo ferino delle vostre parole, ho potuto capire di chi siete ideali eredi. E siccome, è cosa nota, la storia si ripete in farsa, magari arriverà il giorno, come avvenne dopo la Liberazione, in cui cancellerete in fretta e furia i vostri tweet e correrete a giurare e spergiurare che quel 20 maggio a Milano, a manifestare per una buona causa c'eravate pure voi..

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Giornata adatta per queste considerazioni.....
Manchester

MV ha detto...

Dunque lei è uno di quelli di cui parla Mentana?

Anonimo ha detto...

Se fosse stata a recensire l'esibizione di Ariana forse si porrebbe altre domande, e non certo di musica.
Grande

MAURO AT LARGE ha detto...

Sono uno spettatore di Mentana, non lo perdo quasi mai, a volte ho riserve sulla troppa politica nel tg o sul modo di presentare ed esporre le notizie, sono uno spettatore " critico " ma so quale sia la sua professionalità e perdono a Mentana la troppa vicinanza con i 5 Stelle .
Per quanto riguarda la manifestazione di Milano, ognuno e' libero di manifestare per cosa crede sempre che non si caschi in qualche ideologia per la quale in Italia vige ancora il divieto ; la gente e' arrabbiata perchè vede molti profughi bighellonare senza una meta , ho sempre detto che ci sono altri modi di accogliere senza dare la possibilità a cooperative di arricchirsi, ma su cio' non ne hanno colpa i profughi o migranti economici che dir si voglia, ma la colpa ricade sul governo centrale, ora, prima e ai tempi del centro destra ( Lega compresa ).
Ricordare le leggi razziali fa onore a Mentana, l'unico paese europeo che oltre la Germania Nazista approvo' leggi liberticide contro i cittadini di religione Ebraica fu l'Italia, peccato originale spesso caduto nell'oblio, vi consiglio di vedere il film di Ettore Scola Concorrenza Sleale, quando lo vidi anni fa uscii dalla sala sconvolto.

Mauro Novo

MV ha detto...

Sì caro Grande, ma lei con le sue tecniche eventuali (che vorrei sapere quali sono) cosa pensa di ottenere?

Marinella ha detto...

Grazie Mauro per questo consiglio cinematografico, ma come vedi qui si nuota sempre nella solita acqua