sabato 28 novembre 2015

Il mistero dei 152 contatti sul 2009, e la "razionalizzazione" delle sedi PD


Eh lo so, ho viaggiato troppo ho battuto un po' la fiacca ma ancora sono sorpresa dei 152 contatti degli ultimi giorni sul post di questo blog che riguardava la presentazione della mia lista nel 2009: ma chi è, perché? Ho pensato che qualcuno stia preparandosi per l'anno prossimo e sia in cerca di idee, se avete altre ipotesi sono molto curiosa, per favore ditele anche a me. 

Ma intanto che siamo qui, mentre ancora si prolunga l'eco della serata culturale e sociale di venerdì scorso (anche se a me sembra ormai una cosa di un anno fa) giro questa notizia dell'ottimo Huffington Post diretto da Lucia Annunziata: vi si riprende un articolo di Repubblica (sono i trenini dell'informazione contemporanea) sul riordino delle sedi PD in Italia. Praticamente, una debacle ma anche un'operazione di pulizia, visto il lavoro che ha fatto a Roma quel sant'uomo di Fabrizio Barca. Certo, impressionano i dati dell'Emilia Romagna, fino a poco tempo fa terra tetragona. 
A me impressiona anche che qui e là intuisco ci siano finanziamenti  del partito, mentre a Crescentino mi risulta che il tutto è ad alzo zero, con le famose spese da pagare sulle quali si sono accaniti i detrattori, soprattutto sul blog di Mauro Novo (con alcuni interventi che io vado a leggere ogni volta che ho bisogno di darmi animo per continuare questa esperienza di via De Gregori: se c'è della gente così, lavorare è indispensabile, prima che torniamo agli usi e costumi dei Celti). 
Bene, vi lascio alla lettura, e ai commenti. E buona domenica gente mia
Marinella 



Militanti in fuga dal Partito Democratico: sedi chiuse o accorpate, calo degli iscritti. Guerini: "Non è disaffezione"

Nella sezione "Pisanova Berlinguer", un tempo la più grande di Pisa, si è passati dai 350 iscritti del 2014 ai 30 del 2015. A Roma la mano pesante del commissario Matteo Orfini, coadiuvato dal lavoro di Fabrizio Barca, ha fatto chiudere 35 circoli su 110 e i restanti li ha accorpati riducendoli in tutto a 15. Sono solo due degli esempi dei militanti Pd in fuga dalle sezioni, dai luoghi di discussione del partito. E' quanto riporta un articolo di Repubblica
Calano gli iscritti, si riducono i circoli: ecco come si prosciuga la militanza nel Pd. Quella tradizionale, almeno. Si svuotano storiche sezioni in Toscana. Chiudono i battenti sedi “rosse” dell’Emilia Romagna. E nel 2015 i tesserati resteranno sotto la soglia dell’anno precedente. Semi della disaffezione, certo, ma c’è dell’altro, visto che in alcuni casi è stata la segreteria a tagliare i circoli per razionalizzare i costi e mettere ordine dopo gli scandali. È il Pd che cambia pelle, insomma. 
Manca, o inizia a mancare, la presa sul territorio. Quella che aveva da sempre caratterizzato un partito come il Pd. In Emilia Romagna, riporta ancora Repubblica, le sedi sono passate dall'essere più di 700 a 640. Ma è un andamento generale, che non salva alcuna area geografica:
Con la drastica riduzione in corso, però - e a causa di un piano di accorpamento varato dal partito - il quartier generale ha già previsto un calo delle sezioni del 30%, scendendo a quota 4.500 entro il 2016. Ai tempi diBersani, ricorda Davide Zoggia, erano quasi 7.000. 
In Sicilia per esempio, è stata commissariata la segreteria di Enna, dopo gli "anni d'oro" di Vladimiro Crisafulli. E a Messina il commissario Ernesto Carbone ha deciso di chiudere 57 circoli su 61. "Il motivo? Molti risultavano inattivi, se non addirittura fantasma". 
In Emilia Romagna l’emorragia di iscritti non si arresta: erano 69 mila nel 2013, 57 mila nel 2014 (-18%) e sono poco più di 40 mila a pochissime settimane dalla chiusura del tesseramento 2015 (-30%). E come non notare il calo di tessere del 15% secco registrato a Siena per l’anno in corso? Difficilmente la due giorni targata Pd (il 5-6 dicembre) servirà a invertire la tendenza. 
"Non si tratta di disaffezione - ha detto il vicesegretario Lorenzo Guerini - siamo noi che stiamo razionalizzando il quadro. Non è solo questione di costi, anzi. Se c’è un circolo con tre iscritti, magari lo facciamo fondere con quello del paese vicino. A me interessa che quei tre militanti possano partecipare, riunirsi e discutere di politica".




27 commenti:

filippo ha detto...

È inevitabile. Per due fattori.
Il primo è il fattore Renzi che non ha alcun interesse ad avere circoli sul territorio che potrebbero distrurbare la sua politica destreggiante.

Il secondo fattore è il popolo militante della sinistra che si è stancato (salvo qualche rara eccezione tra cui crescentino) di reggere il moccolo al nuovo Berlusconi.

matematica ha detto...

Per voi è una buona notizia.
Se quel che dice il blogger è vero (anche se tiene i dati top secret), siete l'unico circolo con gli iscritti in aumento.

MAURO AT LARGE ha detto...

A Crescentino non si regge il moccolo a nessuno e mi creda caro filippo, pur essendo collocato tra i renziani io sono piuttosto critico con alcune misure nelle ultime settimane, nelle sedi e nei direttivi ci sono teste pensanti e che discutono, non si e' signorsi' , io sono contro all'eliminazione dell'IMU e non mi piace per nulla la mancia di 500 euro ai neo diciottenni, quei 500 euro dovevano andare alle classi dei neo diciottenni per istruzione e formazione altro che nelle loro tasche. Renzi come tutti ha pregi e difetti, non ha il dogma dell'infallibilità. Gli iscritti scendono perchè Renzi ha spostato la linea del partito, molti che prima votavano PD non lo votano piu',,, molti che non lo votavano ora lo votano , la mia e' una analisi un po' sempliciona ma non penso cosi' lontana dalla realtà.
Mauro Novo

marta ha detto...

Potete raccontarla discutere quanto volete ma finché sarete iscritti al pd sosterrete la politica dell'uomo solo al comando.

Nicoletta ha detto...

Cara Marta non funziona così.
Un uomo solo al comando non sta bene a me e a quelli che cercano di risollevare le sorti del circolo.
Vorremmo che fosse un luogo aperto di discussione anche a chi non fa parte del partito per confrontarci e per conoscerci meglio, in fondo facciamo parte di una realtà' locale abbastanza spenta( me lo consenti) che potrebbe trarre giovamento.
Se vorrai venire a fare due chiacchiere sarai ben accetta e poi potrai giudicare con cognizione di causa
Nicoletta Ravarino

marta ha detto...

Far gli incontri a pagamento (e anche caro) non è un buon esempio di luogo aperto.

Non vi starà bene ma con la vostra attività pro pd, lo appoggiate. Ed è un male.

PS. Ma un segretario che parli ce l'avete?

Anonimo ha detto...

Vorremmo.. verrai.. ma la sostanza è che al Renzi di quello che vorreste voi non gliene frega assolutamente niente, ma proprio niente di niente. come non gli interessa se l'Intruder (perche se vuole parlare con qualcuno che non sia lo specchio deve infilarsi nella pagine altrui) sia tesserato o meno, al massimo gli scappa un sorrisetto dopo aver letto le autolodi del suo novello tesserato.
Mi chiedo poi cosa ci facciano nella stessa stanzetta militanti di lungo corso del PCI e fondatori di circoli di FI, il bello è che sia gli uni che gli altri mantengono le loro convinzioni iniziali. Non c'è più la Sinistra (o non è più lì) e non c'è più Forza Italia (perchè è lì). C'è il PD..
Blogger the Kid

ps
Cos'hanno i Celti che non le piacciono? Se fosse anche lei è una loro discendente?

Marnella ha detto...

Signor The Kid, una bella camomilla e passa anche il mal di Celti

MV ha detto...

Cara Marta, ma lei è sicuro/a di chiamarsi Marta?

marta ha detto...

Aspetti che controllo.
Si mi chiamo marta. C'è scritto sulla carta d'identità

Le marta non possono avere idee contrarie a Renzi?

MV ha detto...

Tutti possono avere idee contrarie a Renzi, ma ognuno _ me compresa, o Nicoletta - ha anche il diritto di contrastare il suo operato con metodi che ritiene più opportuni, e che non necessariamente coincidono con i suoi. E ddaje.

marta ha detto...

Sono interessata a capire come contrastiate Renzi e con che efficacia.

Anonimo ha detto...

E di grazia, come pensate di contrastare Renzi? Forse non avete letto il commento precedente, di quello che fate voi a Crescentino (e non solo ) non gliene importa una beatissima cippa. A meno che.. non riusciate a metterlo in difficoltà giocando con la Play Station .. ma no.. improbabile.. non siete da Play Station.
Arrow

MAURO AT LARGE ha detto...

Caro Blogger the Kid, stia attento perchè gli specchi a volte vanno in frantumi

Il blogger

mario ha detto...

"Consulta, ventinovesima fumata nera per l'elezione dei giudici"

grande esempio di democrazia e di libera espressione di voti e di interessi.

Se non c'è un Uomo che tira le volate i politici parolai non combinano nulla.
Cari nostalgigi di Bersani , Letta e Vendola , Infatuati di Grillo e Salvini o ricercatori della perfezione e del Dio sceso in terra , usate un po' il cervello.

E' facile essere contro , ma poi ...

Marinella ha detto...

Caro Arrow, ma allora non ci vogliamo capire. Mentre lei gioca a Montecitorio, qui nel nostro piccolo ci si deve - e si vuole - preoccupare dei cittadini e dei problemi della città, Se a lei non interessa, a noi sì. Tutto il resto, compresa la play station, sono palle di fra Giacomo.

marta ha detto...

Giusto occuparsi dei problemi dei cittadini anche se lo si fa sotto l'effige di chi i cittadini li frega.
Però iniziare col parlare della situazione socio politica dell'africa e medio oriente (a pagamento) non è proprio il tipo di problema più sentito dai crescentinesi.

Anonimo ha detto...

Avete governato per 5 anni ed i problemi li avete creati invece di toglierli. Se quelli sono i risultati delle vostre preoccupazioni, per il paesello è più conveniente se nelle oscure stanzette facciate i tornei di ramino.
Fischia il vento

MV ha detto...

Bene Marta, allora trovi lei un bravo economista all'altezza in campo nazionale... credo che sarebbe una stupenda serata. Aspetto un numero di telefono di uno che venga naturalmente aggratiss

MV ha detto...

Più che fischiare il vento, infuria la bufera signor Fischia. I tornei di ramino li faccia fare a sua sorella, e se lei è contento di come sono le cose adesso meglio per lei..

Anonimo ha detto...

MV..lei sta dimenticando come erano messe le cose prima.. quando c'era lei. Ci racconti qualcuna delle sue realizzazioni, fatte ovviamente nel pieno rispetto dell'opinione dei suoi concittadini.
Noi del popolo non giochiamo a ramino, se avessi una sorella al massimo giocherebbe a briscola. Il ramino è roba per Illuminati, quelli che passano il tempo a preoccuparsi per noi del volgo.
Colonnina di ricarica - (è un nick libero, perchè la colonnina di ricarica non la usa più nessuno, altri soldi buttati)

marta ha detto...

A differenza vostra non mi prefiggo l'obiettivo di parlare e risolvere i problemi dei crescentinesi. Quindi l'economista eventualmente cercatelo voi anche se a coro che non arrivano a fine mese difficilmente potranno interessare altre parole.

Marinella ha detto...

Caro Anonimo della Colonnina che scrive come Omassi, che strano. Vuole che le racconti le "mie" realizzazioni, che sono poi le "nostre", della mia tormentata ma attiva Amministrazione? Se si toglie le fette di salame dagli occhi, le può vedere intorno a sé ogni giorno, per quel che le lasciano vivere. Soldi buttati saranno i suoi, lei non riesce ad alzare gli occhi perché è troppo impegnato ad autocompiangersi, e fa una brutta vita. Se non fanno qualche auto elettrica, tra poco ma proprio poco saremo nella emme come pianeta, mica come Crescentino (anzi già ci siamo). Mi dispiace per lei.

Marinella ha detto...

E allora lei quale obiettivo si prefigge, e cosa e come vorrebbe fare per il nostro Paesello, cara Marta?

marta ha detto...

Mi prefiggo di condurre una vita nel rispetto delle persone e dell'ambiente.
Non è nelle mie possibilità fare altro e non è nella mia volontà fare qualcosa per la consapevolmente e volutamente degradata crescentino.

Anonimo ha detto...

Non faccia l'errore del profeta Smith e del suo editore, che parlano (in un caso .. parlavano..) di persone che non conoscono che superficialmente, dal che possono esprimere solo superficiali opinioni.
La colonnina è la sua relativa fruitrice (la voiture) sono un contraccambio per il tetto solare dell'Ente risi, che era di proprietà pubblica, e tutti possono constatare che la colonnina fa ruggine e l'auto non la si vede più. Quindi nel cambio non ne abbiamo niente di utile. Pensava forse di far vendere lei le auto elettriche? Come possiamo constatare, sono dei giocattolini costosi e inutilizzabili, almeno finchè funzionano con le batterie di Volta.
Cara Marta, lei chiede troppo, rispetto delle persone e dell'ambiente, faccia un giro in zona Rabeto, se ha fortuna, pardon sfortuna, sentirà cosa l'amministrazione precedente intendeva per rispetto delle persone e dell'ambiente.
Colonnina di ricarica (quella che scrive come Omassi)

MV ha detto...

Eh brava Marta...